RICERCA SITO

Il tasso di disoccupazione naturale

L'occupazione è un indicatore molto importante inMacroeconomia. Si riferisce al numero di adulti normodotati (oltre 16) che hanno un lavoro. Sfortunatamente, non tutti gli adulti normodotati hanno un lavoro, ci sono anche cittadini disoccupati. La disoccupazione in un'economia di mercato caratterizza il numero di persone normodotate che sono disoccupate, ma la ricercano attivamente. Il numero totale di cittadini disoccupati e occupati è una forza lavoro.

Il calcolo della disoccupazione viene effettuato utilizzando vari indicatori, ma generalmente accettato, incl. e nell'Organizzazione internazionale del lavoro viene considerata la norma della disoccupazione.

La disoccupazione in un'economia di mercato è rappresentata daun fenomeno socio-economico in cui una certa proporzione della forza lavoro non viene utilizzata nella produzione di servizi e beni. Allo stesso tempo, la forza lavoro è intesa come il numero di occupati e disoccupati.

I seguenti tipi di disoccupazione si distinguono:

  • attrito
  • strutturale
  • istituzionale
  • ciclico
  • stagionale

La disoccupazione, legata al tempo necessario per trovare un nuovo lavoro, si riferisce alla disoccupazione frizionale. La sua durata può essere un periodo di tempo da 1 mese a 3 anni.

La disoccupazione da attrito sorge di conseguenzalo sviluppo dinamico del mercato del lavoro. Una parte dei lavoratori volontariamente deciso di cambiare posto di lavoro, trovare, per esempio, più sul pagamento o il lavoro più interessante. Un'altra parte dei lavoratori sono attivamente alla ricerca di lavoro per licenziamento dal posto di lavoro esistente. La terza parte dei lavoratori appena entrati del lavoro sul mercato del lavoro per la prima volta o venire a lui a causa del movimento naturale della popolazione inattiva categoria, da un punto di vista economico, la categoria opposta.

Disoccupazione associata a tecnologiacambiamenti che si verificano nella produzione e modifica della struttura della domanda di lavoratori - disoccupazione strutturale. Si verifica quando un dipendente licenziato da un settore non riesce a trovare lavoro in un altro settore.

La disoccupazione strutturale si verifica quando cambia la struttura territoriale o settoriale della domanda di lavoro. Nel tempo, nella tecnologia di produzione e nella struttura della domanda dei consumatori cambiamenti significativi si verificanosono la causa del cambiamento nella struttura della domanda totale di lavoro. Se la domanda di lavoro di una determinata professione o di una determinata regione diminuisce, la disoccupazione appare come risultato. I lavoratori che vengono rilasciati dalla produzione non sono in grado di cambiare rapidamente le loro qualifiche e professione o cambiare il loro luogo di residenza, quindi sono costretti a rimanere disoccupati per qualche tempo.

Gli economisti, di regola, non chiarisconoi confini tra disoccupazione strutturale e frizionale, poiché in entrambi i casi i lavoratori licenziati sono attivamente alla ricerca di un nuovo lavoro.

Vale la pena notare che questi tipi di disoccupazione inl'economia esiste costantemente, poiché è impossibile ridurli completamente a zero o distruggerli. Le persone cercheranno un nuovo lavoro, si impegneranno per il benessere finanziario e le imprese, a loro volta, cercheranno di assumere i dipendenti più qualificati, poiché ciò è giustificato dal loro desiderio di massimizzare i profitti. Cioè, nell'economia di mercato, gli indicatori della domanda e dell'offerta sono costantemente fluttuanti nel mercato del lavoro.

Poiché l'esistenza di disoccupazione strutturale e frizionale è inevitabile, gli economisti hanno riassunto la loro somma come un livello naturale di disoccupazione

Il tasso naturale di disoccupazione implicasotto un tale livello di disoccupazione, che corrisponde alla piena occupazione (consiste in una forma strutturale e frizionale di disoccupazione. Le cause del livello naturale di disoccupazione sono dovute a motivi naturali, come la migrazione, il turnover del personale, i motivi demografici.

Se c'è solo un livello naturale di disoccupazione nell'economia, allora questa situazione è chiamata piena occupazione.

Le cause del livello naturale di disoccupazione -l'equilibrio dei mercati del lavoro, quando il numero di impiegati alla ricerca di uguali, coincide con il numero di posti vacanti. Pertanto, l'occupazione a tempo pieno non significa il 100% di disoccupazione, ma solo un certo livello minimo di disoccupazione. Il livello naturale di disoccupazione è in una certa misura uno sviluppo positivo.

</ p>
  • valutazione: